Al Comunale di Atri, “Il Circo delle Emozioni” della Compagnia Teatrale di Rurabilandia. Grande successo

Al Comunale di Atri, “Il Circo delle Emozioni” della Compagnia Teatrale di Rurabilandia. Grande successo

pubblicato in: NOTIZIE | 0

Un circo al teatro.  Luogo insolito per acrobazie, giochi di prestigio e abilità strabilianti. Eppure il circo ha sposato magistralmente la scena del Teatro Comunale di Atri, dove le emozioni sono state trasmesse al numerosissimo pubblico accorso, da“La Buona Compagnia Teatrale di Rurabilandia”, per l’occasione diretta dal regista Francesco Anello. Trentadue interpreti, un solo filo conduttore: divertirsi e divertire, con lo spettacolo di Elio Forcella, “ Et –Voilà”.  Maschere, musica, eroici cavalieri e fatine dagli occhi di mandorla, hanno sapientemente calcato il palco, come veri attori. I ragazzi di Rurabilandia hanno riportato l’orologio del tempo indietro, e tutti, ci siamo sentiti bambini, divertendoci con quella ingenuità e sincerità che è nell’animo degli adolescenti. Emozioni forti in questo clima natalizio che solo loro, i ragazzi in scena, potevano trasmetterci, con la passione e l’amore per la vita di cui sono insuperabili ambasciatori. Hanno superato ogni barriera, hanno rotto ogni pregiudizio, hanno dimostrato a se stessi, e a noi tutti, che la vita, quella di ogni giorno, è in realtà quella di un circo. Maschere, dietro le quali si celano uomini e donne, con i loro affetti, le loro emozioni e le inevitabili sensazioni. E quel filo, al quale quotidianamente siamo appesi, fatto di speranza, e sul quale camminiamo cercando di evitare le insidie del tempo, degli uomini e della vita in generale. Dal Circo delle Emozioni è venuto un messaggio forte e chiaro. La vita è bella, amiamola ad ogni costo, e con loro, è ancora più bella. Uno spettacolo riuscito perfettamente grazie all’impegno profuso di tutto lo staff di Rurabilandia, ma anche di chi, a diverso titolo, ha lavorato dietro le quinte, in silenzio e senza apparire, ma la cui traccia e la cui presenza è impressa nel cuore degli attori, dei loro famigliari e di coloro che oggi possono raccontare una serata ricca di emozioni senza fine.

Fonte: Lavocedelcerrano

28/12/2019

Lascia una risposta