Anticipo pensioni erogate dall’INPS: ecco il nuovo calendario delle Poste

Anticipo pensioni erogate dall’INPS: ecco il nuovo calendario delle Poste

pubblicato in: senza categoria | 0

Il calendario dei pagamenti di pensioni, assegni e invalidità, erogate in Posta

Anche per la mensilità corrente le prestazioni previdenziali erogate dall’INPS quali trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili con ritiro in Posta, sono anticipate di qualche giorno, così come era avvenuto dal mese di aprile quando, per ridurre al massimo il rischio di contagio ed evitare assembramenti agli sportelli postali, era stata introdotta la misura.

La nuova ordinanza numero 684 del 24 luglio del Capo Dipartimento della Protezione Civile ha quindi disposto che le pensioni di agosto 2020 siano erogate in anticipo di qualche giorno (il 27 luglio anziché il 31 luglioper “consentire, a Poste Italiane S.p.A. la gestione dell’accesso ai propri sportelli, dei titolari del diritto alla riscossione delle […] prestazioni, in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni medesime”.

L’INPS ha quindi pubblicato un calendario con le date per il ritiro in loco delle pensioni: Al fine di consentire a tutti i beneficiari dei pagamenti di recarsi presso gli uffici postali in sicurezza e nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19l’INPS ha pubblicato un calendario suddiviso in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione:

  • A-B lunedì 27 luglio;
  • C-D martedì 28 luglio
  • E-K mercoledì 29 luglio;
  • L-O giovedì 30 luglio;
  • P-R venerdì 31 luglio;
  • S-Z sabato 1° agosto.

Ricordiamo che la misura interessa i pensionati, titolari di un Conto BancoPosta, di un Libretto di Risparmio o di una Postepay Evolution.

Si ricorda, inoltre, che per tutta la durata dell’emergenza Covid-19 le persone anziane, di età pari a 75 o superiore ai 75 anni, che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali che riscuotono normalmente la pensione in contanti, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.
Il servizio è frutto di una convenzione sottoscritta dall’Arma dei Carabieneti e Poste Italiane, e prevede che i Carabinieri si recheranno presso gli sportelli degli uffici postali per riscuotere le pensioni che verranno poi consegnate al domicilio dei beneficiari. Per poter accedere al servizio è necessario farne richiesta richiesta a Poste Italiane rilasciando un’apposita delega scritta.
I pensionati potranno contattare il numero verde 800 55 66 70  messo a disposizione da Poste o chiamare la più vicina Stazione dei Carabinieri per richiedere maggiori informazioni.Anti

Fonte: Disabili.com

29/07/2020

Lascia una risposta