Anziana senza autobus Parte una petizione

Anziana senza autobus Parte una petizione

pubblicato in: NOTIZIE | 0

PINETO. A Pineto, dopo il caso dell’anziana donna che abita in una zona collinare lasciata senza collegamenti pubblici, parte una raccolta di firme per chiedere l’istituzione delle fermate dei bus. Ad annunciarlo è l’associazione regionale “Carrozzine determinate” presieduta da Claudio Ferrante che nei giorni scorsi è scesa in campo a sostegno di Giuseppina Giannangelo, l’anziana di 74 anni residente in contrada Solagnone a Borgo S. Maria che ha denunciato l’impossibilità di raggiungere il centro per la mancanza delle fermate bus nella sua zona. In una lettera al sindaco di Pineto Robert Verrocchio, Ferrante torna sull’argomento per annunciare la petizione e scrive: «Caro sindaco se tutte le corse degli autobus fossero state ripristinate come lei ha affermato la signora Giuseppina non avrebbe avuto motivo di protestare. Da molto tempo la signora cerca di mettersi in contatto con lei, ma la telefonata si blocca alla segreteria senza che Giuseppina possa raccontare il disagio suo e di tutti quelli che abitano nei pressi della contrada. Non dimentichiamo che Pineto ha la fortuna di avere un servizio di trasporto urbano e può tranquillamente gestire corse e venire incontro alle esigenze dei cittadini residenti. Anche in virtù di questo il sindaco Verrocchio dovrebbe riunire le compagnie di trasporto “Tua” e “Cardinali” per coordinare meglio alcune corse, considerando addirittura che in alcuni orari gli autobus si sovrappongono, così come basterebbe allungare di qualche metro la fermata di “Cardinali” per consentire anche agli abitanti della zona di contrada Solagnone di poter godere del diritto alla mobilità». Ferrante, nella nota, evidenzia di aver segnalato il caso anche al presidente della Tua Gianfranco Giuliante e a questo proposito scrive: «Con sensibilità nonostante la ditta abbia adesso il grande problema del trasporto degli studenti per il rientro a scuola, sta verificando e studiando come risolvere la situazione pinetese ».

Fonte: ilcentro.it

04/09/2020

Lascia una risposta