Aumento pensioni di invalidità 2020: ok della Consulta, chi ne ha diritto e da quando?

Aumento pensioni di invalidità 2020: ok della Consulta, chi ne ha diritto e da quando?

pubblicato in: NOTIZIE | 0

Gli invalidi civili al 100% hanno sempre lamentato l’inadeguatezza dei loro assegni mensili pari a 285,66 euro, il caso é stato poi sollevato dalla Corte di Appello di Torino che ha posto l’attenzione sulla legittimità dell’importo mensile, a suo dire insufficiente a garantire il soddisfacimento delle elementari esigenze di vita, ad essere chiamata in causa sull’incostituzionalità degli stessi é stata la Consulta.

Martedì scorso si é pronunciata affermando appunto che l’assegno attuale per le persone totalmente inabili al lavoro a causa di gravi disabilità non é sufficiente a soddisfare i bisogni primari di vita. Ragione per cui ha stabilito l’aumento specificando chi ne ha diritto, la non retroattività della decisione, e da quando potrà avvenire l’incremento. I dettagli ad oggi 25 giungo 2020.

Pensione invalidità, la decisione della consulta: da 285,66 a 516,46

Per la Consulta viene “violato il diritto riconosciuto dall’articolo 38 della Costituzione che prevede che ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto di mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale”.

La Corte Costituzionale ha quindi affermato che il cosiddetto “incremento al milione”, dovrà essere assicurato anche agli invalidi civili totali, ragione per cui l’assegno da 285,66 euro andrà incrementato a 516,46 senza dover attendere i 60 anni d’età come attualmente sancito dalla legge. L’incremento non spetta chiaramente a tutti vi sono dei requisiti da rispettare:

  • Essere invalidi civili totali maggiorenni
  • redditi annui non superiori a 6.713,98 euro

Aumento pensioni invalidità 2020: no retroattive, da quando?

La Corte Costituzionale ha dettato anche i tempi degli aumenti che non dovrebbero essere lunghi, in quanto la pronuncia si dovrà applicare dal giorno successivo alla pubblicazione della sentenza in Gazzetta Ufficiale. Si tratta di una sentenza storica, attesa da molto tempo dagli invalidi civili totali che hanno sempre lamentato risorse non sufficienti al soddisfacimento dei loro bisogni primati.

Non sono previsti rimborsi retroattivi, in quanto la sentenza sarà valida solo per il futuro, ora spetta al Governo provvedere all’aumento per dare seguito a quanto stabilito dalla Consulta. Non dovrebbero insorgere particolari ritardi in quanto il Premier si era pronunciato positivamente sugli aumenti per gli invalidi ancor prima della decisione della Consulta. Così aveva affrontato la questione la settimana scorsa, affermando a conclusione degli Stati Generali che si sono conclusi domenica a Villa Pamphili “Le pensioni d’invalidità sono anticostituzionali? Le aumenteremo. E prenderemo nuovi provvedimenti per non lasciare indietro nessuno, soprattutto chi ha più bisogno“.

Le promesse del premier Conte: Pensioni di invalidità? Le aumenteremo

Conte dice: “Un piano di rilancio rivolto al nostro paese non può essere realizzato senza tenere conto delle persone con disabilità e senza pensare all’inclusione a tutti i livelli. Tra gli obiettivi strategici riteniamo prioritario quello per un’Italia più equa e più inclusiva”. Poi ancora: “Chi necessita di pensione di invalidità ha anche bisogni esistenziali, relazionali, formativi, culturali, da esaudire attraverso percorsi di vita indipendente“.

In conclusione la promessa verso l’aumento delle pensioni di invalidità: “La questione reclama una reazione immediata e incisiva. Ho voluto conservare la delega alla disabilità per dare il massimo segnale di attenzione. Credo al vostro motto ‘nulla su di noi, senza di noi’. Ecco perché sarò io stesso ad occuparmene”. Cosa ne pensate della decisione della Consulta sull’aumento degli assegni di invalidità? fatecelo sapere nell’apposita sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. oppure attiva le notifiche cliccando sulla campanella rossa qui in basso a sinistra! Grazie!

Fonte: Pensionipertutti.it

27/06/2020

Lascia una risposta