vuota
 
curva1
Dimensione Carattere:  carattere piccolo carattere medio carattere grande
curva1
 
curva1
Alta Accessibilità:  alta accessibilità
curva1
Home Page Il Progetto Notizie Utili Mailing List Contatti
Home Page Chi Siamo Rassegna Stampa Mailing List Contatti
Ricerca Veloce: 
 
rettangolo Aree Tematiche
 
vuoto
News Abruzzo
vuoto
Speciali
vuoto
iniziative
vuoto
iniziative
vuoto
iniziative
vuoto
 
rettangolino Servizi Utili
 
segnalaci l'abuso
 
rettangolino Links
 
 
comune di montesilvano
 
 
calendario Oggi è: 23 Aprile 2014
n° visite N° di visite: 3121315
 
rettangolino Inchiesta-scandalo in Bulgaria:238 bambini morti negli istituti per disabili - 21/09/2010
vuoto
immagine news

Il procuratore generale: dal 2000, moltissimi «fatti incomprensibili» L' Agenzia per la Protezione dell'Infanzia promette la chiusura degli asili a rischio entro il 2013 
 
 
La procura bulgara ha aperto una serie di inchieste su un numero impressionante di decessi e violenze negli istituti per bambini disabili mentali: 238 morti in 10 anni, e quasi sempre nel silenzio degli amministratori.

«Abbiamo constatato fatti incomprensibili - ha dichiarato il procuratore generale Boris Velchev annunciando le indagini - 238 persone sono decedute in dieci anni in questi asili, ma la polizia e la magistratura non sono state informate nell’80% dei casi, inoltre per vari casi non sono state fatte autopsie. La documentazione è confusa o manipolata».

In particolare, ha spiegato Velchev, si indaga per l' «assenza di alcuno sforzo» teso ad evitare la morte di 166 bambini handicappati, per 27 casi di infermità e numerose vicende di abusi sessuali. Le inchieste riguardano istituti che complessivamente ospitano 1.350 bambini con un qualche tipo di handicap mentale.

«Siamo determinati a portare a termine le indagini per punire i colpevoli, e questo avrà un effetto di prevenzione», promette Velchev.

Un primo troncone di indagini, effettuato in collaborazione con l’Ong per i diritti umani Comitato di Helsinki, ha individuato come causa dei decessi malnutrizione, stenti, cattive condizioni igieniche e atti di violenza. I piccoli con problemi mentali vengono spesso legati per lunghissimi periodi ai loro letti o vengono «immobilizzati con farmaci», secondo il rapporto realizzato in 26 istituti dove alloggiano bambini con problemi psichici abbandonati dalle famiglie.

Secondo la direttrice dell’agenzia bulgara per la protezione dell’infanzia, Nadia Chabani, il vero problema alla base di questo drammatico quadro è la mancanza di personale qualificato nelle località di provincia, dove spesso si trovano questi istituti, ereditati dal sistema comunista. Entro il 2013, promette, gli asili per bambini disabili mentali verranno comunque chiusi.

Fonte: lastampa.it

21/09/2010

 
 
 
 
Home Chi Siamo Notizie Utili Mailing List Contatti
 
Realizzazione siti web azwebplanet.com
piè di pagina
Valid HTML 4.01 Transitional Valid HTML 4.01 Transitional
design by azwebplanet.com
vuota