Disabili e alunni lanciano la guida dedicata ai turisti

Disabili e alunni lanciano la guida dedicata ai turisti

pubblicato in: NOTIZIE | 0

Ortona, il progetto dell’Anffas onlus per scoprire i gioielli del territorio Sabatino: «Un anno di lavoro e passione, percorso utile per i nostri ragazzi».

ORTONA. Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva. Nasce “Abruzzo per tutti con il valore di ognuno”, una originale guida turistica della nostra regione, in linguaggio easy to read, presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con le Anffas onlus di Martinsicuro, Ortona, Pescara e Sulmona. Il lavoro è stato presentato ieri mattina all’ufficio turistico del Comune di Ortona. Come spiegato dalla presidente della sezione ortonese dell’Anffas, Nadia La Torre, l’idea ha preso forma in riferimento all’avviso pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse generale. Ha avuto inizio a settembre 2018 ed è andato avanti per quasi un anno intero, fino allo scorso luglio. «Un percorso lungo e appassionante», ha raccontato Maria Pia Di Sabatino, presidente Anffas Regione Abruzzo, prese nte ieri all’incontro. «Già in sede di stesura della proposta progettuale ha visto impegnata una rete di attori che trova proficue convergenze proprio nei principi dell’inclusione e della qualità». Un aspetto, questo, sottolineato anche dal sindaco Leo Castiglione il quale ha ribadito l’importanza di lavorare in sinergia tra enti, associazioni e cittadini per raggiungere risultati ottimali in ogni settore.
Tornando nello specifico al progetto, dopo una necessaria fase formativa sui temi della comunicazione accessibile, le attività sono state strutturate ricercando un positivo interscambio tra le persone con disabilità intellettiva e il territorio per favorire la conoscenza delle risorse ambientali, artistiche e culturali ed enfatizzare la qualità delle esperienze degli stessi protagonisti. Si sono quindi susseguite giornate di studio e visite guidate, che hanno anche contribuito a rafforzare le relazioni tra le persone con disabilità, gli operatori, i volontari, gli studenti e tutte le persone a vario titolo coinvolte nel progetto, creando una squadra coesa e centrata sull’obiettivo: la produzione di una guida dell’Abruzzo in linguaggio easy to read, un prodotto innovativo e senz’altro utile per la comunità. Alcuni dei ragazzi protagonisti del progetto hanno raccontato l’esperienza vissuta, palesando la propria soddisfazione per aver preso parte ad un percorso che ha perme sso loro di fare nuove amicizie e conoscere posti e caratteristiche dell’Abruzzo. La guida, anche oltre la data di conclusione delle attività progettuali, continuerà ad essere distribuita nel corso di eventi e divulgata grazie all’importantissimo lavoro degli enti e delle istituzioni impegnate a veicolare l’immagine del nostro territorio attraverso i loro canali.

di Alfredo Sitti

Fonte: Il Centro

02/11/2019

Lascia una risposta