Farmaci e spesa: volontari in aiuto di anziani e disabili

Farmaci e spesa: volontari in aiuto di anziani e disabili

di Antonella Luccitti

MONTESILVANO. La protezione civile e la Croce Rossa a disposizione di anziani, disabili, malati e persone in isolamento obbligato o volontario per l’acquisto di farmaci e beni di prima necessità. A partire da oggi, i volontari delle due associazioni offriranno gratuitamente il servizio alla popolazione di Montesilvano che, per qualsiasi ragione, non può uscire di casa e non ha avere nessuno su cui contare per affrontare questi giorni di emergenza. L’iniziativa dell’amministrazione comunale, possibile grazie alla disponibilità degli “angeli” del terzo settore, rientra tra le decisioni prese ieri mattina dal primo cittadino Ottavio De Martinis, tra cui anche l’apertura del Coc. Il Centro operativo comunale sarà attivo fino al 3 aprile, dalle 9 alle 16, per consentire un corretto flusso di informazioni e fornire risposte ai cittadini alle prese con dubbi, disagi o problemi legati all’emergenza Covid-19.A tale scopo è stato dedicato il numero di telefono 085.4481216 dove già a partire da ieri sono state numerose le telefonate ricevute alle quali i dipendenti comunali hanno cercato di fornire tutte le risposte. Diverse le richieste legate soprattutto alle perplessità dei cittadini e degli esercenti alle prese, in queste ore, con il nuovo decreto del governo che da ieri ha uniformato l’intera nazione alle stesse disposizioni restrittive per contrastare il contagio. Lo stesso numero di telefono, a partire da questa mattina e ogni giorno, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16, potrà essere utilizzato per richiedere la consegna di farmaci e spesa a domicilio. Il servizio gratuito è riservato esclusivamente a queste categorie: persone anziane (over 65) che vivono sole in casa e prive di rete di sostegno familiare; persone in condizioni di grave disagio; con gravi problemi di salute (disabili, immunodepressi); in isolamento obbligato o volontario. «È doveroso in questo momento supportare le persone più fragili», spiega il vice sindaco Paolo Cilli che ieri ha incontrato i volontari per predisporre il servizio, «in particolare gli anziani over 65 che devono evitare di uscire, le persone con patologie gravi e chi è in quarantena. I servizi, sia chiaro, sono rivolti a chi ha realmente bisogno. Chiediamo pertanto grande senso civico e responsabilità. Le persone che hanno figli o parenti che possono provvedere a fornire spesa o farmaci non devono telefonare». Intanto, dopo l’ultimo decreto, il presidente del Consiglio comunale ha disposto la sospensione della seduta dell’Assemblea prevista per questa mattina, così come tutte le attività delle commissioni consiliari. E per verificare il rispetto delle disposizioni ministeriali, da ieri la polizia locale è a lavoro per effettuare dei controlli mirati negli esercizi commerciali dove è stata riscontrata grande collaborazione dopo un primo momento di calca fuori dai supermercati registrato in mattinata. Per rassicurare la popolazione ed esprimere la vicinanza dell’amministrazione comunale in questo momento di difficoltà, il sindaco ha inviato un messaggio sui social. «Voglio ringraziare tutti i miei concittadini per la compostezza e l’ordine con i quali stanno rispettando le regole», ha scritto De Martinis. «Sono cosciente del disagio e consapevole delle conseguenze che inevitabilmente ne deriveranno, ma allo stesso tempo questa è una battaglia che va combattuta prioritariamente, cruciale per la vita di molti di noi, soprattutto dei nostri cari più anziani e deboli. Avremo modo poi di curare e guarire pure il nostro tessuto produttivo ed economico».

Fonte: Il Centro.it

19/03/2020

Lascia una risposta