Legge 104: i permessi fanno maturare le ferie

pubblicato in: IN RILIEVO, NOTIZIE | 0

Per la Cassazione, in caso contrario si rischierebbe di disincentivare l’utilizzo di tale strumento di sostegno per i disabili. Il lavoratore che gode dei permessi di cui alla legge numero 104 del 1992 per l’assistenza di un familiare disabile non può essere penalizzato nel computo delle ferie: la decurtazione di giorni di riposo in conseguenza di tali permessi, infatti, è illegittima. La Corte di cassazione lo ha recentemente chiarito con l’ordinanza numero 14187/2017 del 7 giugno (qui sotto allegata), confermando la condanna già inflitta dalla Corte d’appello (ma non dal giudice del primo grado) ad un datore di lavoro, che dovrà ora riaccreditare i 4 giorni di ferie indebitamente sottratti al suo dipendente. La necessità di ristoro. L’articolo 36 della … Continued

Parcheggi nel posto dei disabili? Rischi una condanna per violenza privata

pubblicato in: IN RILIEVO, NOTIZIE | 0

La Corte di Cassazione ha condannato a 4 mesi di carcere un uomo di 63 anni che, nel maggio 2009, aveva lasciato la sua auto in un’area riservata ai portatori di handicap per 16 ore. Il parcheggio, si legge su Repubblica, era stato assegnato nominalmente con tanto di indicazione del numero di targa a una disabile di 49 anni. Nel maggio 2009, la donna, verso le 10.30 del mattino, stava facendo rientro a casa insieme a un’amica quando ha trovato il posto a lei riservato occupato da un’altra auto e ha dovuto chiamare la polizia municipale. I vigili, però, non sono potuti intervenire perché “tutti gli agenti erano impegnati in una riunione con il comandante” e perciò la donna, con … Continued

Gli occhi sorridenti di Irene conquistano il Comune di Montesilvano

pubblicato in: IN RILIEVO, NEWS DA MONTESILVANO, NOTIZIE | 0

Irene e la mamma Silvana sono state ricevute questa mattina in Comune per far conoscere una rara malattia genetica nota come sindrome di Rett. Irene ha 8 anni, ma sin dall’età di sedici mesi la sua vita e quella dei suoi affettuosi genitori ha subito un brusco cambiamento. La bambina iniziava a mostrare i sintomi della sindrome di Rett: ha smesso di camminare, di muovere le mani, di parlare ed anche il suo respiro diventava più affannoso. Andreas Rett fu il medico austriaco che per primo scrisse nel 1966 un articolo scientifico in cui venivano descritti di sintomi della malattia. Oggi si stima che la sindrome di Rett sia considerata la seconda causa di ritardo mentale nelle bambine, con un’incidenza … Continued